La Regione Lazio ha deciso: sarà riaperta la ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte

La Regione Lazio ha deciso: sarà riaperta la ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte

525 365 Agnese Amato

La soddisfazione del Comitato per la riapertura della ferrovia, aderente AMODO, impegnato da anni per questo importante obiettivo. Raimondo Chiricozzi, animatore instancabile del “Comitato per la riapertura della ferrovia Civitavecchia-Capranica-Orte”, ha ringraziato pubblicamente tutti coloro che sono passati dagli impegni verbali ad impegni concreti ed in primis l’on Enrico Panunzi, il vice presidente della Regione Lazio on Daniele Leodori, l’assessore Mauro Alessandri, l’on Emiliano Minnucci e tutto i consiglieri regionali che hanno preso la decisione di inserire la tratta ferroviaria nel Piano della mobilità regionale. Ha dichiarato che “certamente occorre ora che per i lavori vengano sanciti tempi certi e priorità d’interventi. Noi riteniamo che la ferrovia Civitavecchia Capranica Orte sia una priorità perché utilissima allo sviluppo del territorio e per tutta l’Italia e continueremo a chiedere che così venga considerata”

La Giunta della Regione Lazio il 4 gennaio 2021 ha adottato il Piano della Mobilità, dei Trasporti e della Logistica. La redazione del documento, supportata dall’Università La Sapienza, è iniziata nella passata legislatura regionale e ha visto la partecipazione di 43mila cittadini tramite il portale www.pianomobilitalazio.it, per raccogliere osservazioni e commenti che hanno avuto un ruolo determinante nell’ultima stesura del Piano.
Tra gli interventi infrastrutturali previsti, la riattivazione della Civitavecchia-Capranica-Orte e la diramazione della Roma-Lido Madonnetta-Fiera di Roma- Fiumicino Aeroporto-Fiumicino città. Nell’area romana si punta sulla chiusura dell’anello ferroviario di Roma, sulla trasformazione in linea metropolitana della FL5 Roma-Civitavecchia con adeguamento del nodo di scambio della stazione San Pietro e della FL8 Roma-Nettuno-Latina. Nel sistema ferroviario regionale extra metropolitano gli interventi principali sono la nuova stazione AV Ferentino, il completamento della “Littorina” Formia-Gaeta e il ripristino della Priverno-Fossanova-Terracina.
Particolare attenzione si è riservata ai porti del Lazio e alla loro intermodalità: per il porto di Civitavecchia sono previsti interventi sia di potenziamento delle strutture portuali che di migliore connessione ferroviaria e autostradale di ultimo miglio; sui porti di Fiumicino (realizzazione del I lotto del nuovo porto commerciale), Gaeta, Formia, Anzio, Ponza, Ventotene e Rio Martino sono previsti interventi per complessivi 100 milioni.

Per saperne di più vai sul sito http://www.cafevirtuel.it/2021/01/02/finalmente-la-regione-ha-deciso-il-mar-tirreno-e-il-mar-adriatico-saranno-ricongiunti-dalla-indispensabile-riapertura-della-ferrovia-civitavecchia-capranicasutri-orte-o-ferrovia-dei-due-mari/