Free Wheels onlus aderisce ad AMODO

Free Wheels onlus aderisce ad AMODO

150 150 Agnese Amato
Un nuovo e significativo arrivo tra le adesioni ad AMODO: l’associazione ideata da Pietro Scidurlo per promuovere l’accessibilità al mondo dei cammini e della bicicletta a tutte le persone, per abbattere tutte le barriere fisiche e mentali.
Nata dalla sua esperienza personale sul Cammino di Santiago, fonda assieme ad un gruppo di amici che tutt’ora collaborano come volontari, l’organizzazione di volontariato (ODV) Free Wheels. Proprio da questa esperienza nasce lo scopo dell’associazione: aiutare persone con esigenze specifiche ad affrontare le loro paure e la vita, con quella fiducia in sé stessi che può portarli a vivere qualsiasi esperienza, più o meno difficoltosa, come il vivere il mondo a piedi con la serenità alla quale tutti hanno diritto.
Free Wheels vuole far cambiare la cultura verso tutte le persone: per formare bisogna informare. Trovarsi da un giorno all’altro a convivere con una esigenza specifica (sia essa una disabilità o altro), non significa smettere di vivere, ma ricominciare a farlo da un punto di vista diverso. Di sovente si pensa che le necessità di una persona siano qualcosa di visibile all’occhio umano. In realtà gli aspetti cruciali sono spesso quelli che non si vedono e che molti ignorano.

Free Wheels mappa percorsi ed itinerari per tutti attraverso un protocollo sviluppato dai professionisti che collaborano come volontari all’interno del suo organigramma. Nello specifico l’organizzazione ricerca e traccia percorsi alternativi agli itinerari oggi possibili solo da persone con piena abilità motoria, andando a geo-referenziare e recensire lo stato attuale dell’accessibilità di qualunque Punto Di Interesse (PDI) presente nelle dirette vicinanze dei percorsi, sia esso un servizio al camminatore o un’ospitalità.

Free Wheels si è dotata di un parco ausili che è a disposizione di tutti coloro che ne necessitano per vivere l’esperienza del cammino con lentezza; non possiamo aspettare che tutti gli itinerari del mondo vengano resi universalmente fruibili nella loro totalità, non basterebbero decenni. Ma la tecnologia aiuta moltissimo attraverso tutta una serie di strumenti che permettono indistintamente di vivere anche la natura più incontaminata.

Questa adesione è una nuova e necessaria collaborazione tra Free Wheels onlus  e le associazioni dell’Alleanza Mobilita Dolce, che nel suo manifesto ha tra i propri obiettivi l’accessibilità delle reti e servizi di mobilità dolce, che richiede lavoro, idee ed impegno comune per diventare realtà.
Per sapere di più sull’associazione Free Wheels vai al link https://www.freewheelsonlus.com/