Al via il percorso partecipato per la progettazione del GRAB

Al via il percorso partecipato per la progettazione del GRAB

452 232 Redazione

Parte il 22 gennaio alle ore 16,30 promosso da Velolove insieme all’Agenzia Roma per la Mobilità, il primo dei cinque appuntamenti per progettare il Grande Raccordo Anulare della Bicicletta. Stiamo parlando di una delle 10 ciclovie turistiche nazionali.  Il 2021 è l’anno in cui si parte con la fase progettuale e, per questa ragione si sente maggiormente l’esigenza della collaborazione dei cittadini e delle associazioni   che vivono il territorio e possono quindi aiutare al miglioramento della sua realizzazione. Per questa ragione nascono  i laboratori di partecipazione,  in collaborazione con  Roma Servizi della Mobilità.   Sono previsti 5 appuntamenti che rappresentano tutto il percorso. Si parte il 22 gennaio alle 16.30 e poi a seguire ogni venerdì per altre 4 settimane.

Ogni laboratorio prevede la presentazione del progetto con focus sull’area, poi una breve tavola rotonda con alcuni attori e infine le associazioni, i cittadini e le realtà territoriali interessate. L’obiettivo è proprio quello di raccogliere tutte le istanze, le proposte che possano rendere il percorso quanto più aderente all’opera condivisa e collettiva a cui tutti aspiriamo.

Il GRAB, il  Grande Raccordo Anulare delle Bici, è il progetto partecipato per la realizzazione di un anello ciclopedonale accessibile a tutti che si sviluppa per 45 chilometri all’interno della città di Roma. Frutto di un lavoro collettivo coordinato da VeloLove , che ha coinvolto cittadini, comitati, associazioni e istituzioni, il GRAB è un’infrastruttura leggera e ad alta redditività ambientale, sociale, economica e culturale, un’opera pubblica utile studiata per migliorare i luoghi che attraversa senza aggiungere volumetrie e cemento in un territorio massivamente edificato. La realizzazione del GRAB è accompagnata da obiettivi ambiziosi: la pedonalizzazione dell’Appia Antica , lo sviluppo di una rete ciclabile metropolitana, l’attivazione di interventi diffusi di rigenerazione delle periferie e di rifunzionalizzazione di spazi marginali e degradati.
L’obiettivo del processo partecipativo è quello di coinvolgere la città, i quartieri attraversati, i cittadini e gli stakeholder durante la fase più realizzativa del GRAB, coinvolgendo tutti i soggetti che un vario titolo potrà candidarsi ad adottare i vari tratti del percorso. Il processo bottom up del GRAB invita, come suo naturale completamento, alla sperimentazione di un percorso di partecipazione pubblica affinché la comunità locale sia sensibilizzata e possa rafforzare il proprio senso di responsabilità e l’appartenenza al territorio, nonché possa
ipotizzare nuove opportunità economiche e di fruizione delle risorse territoriali. Tutti i quartieri interessati hanno già espresso in questi anni la volontà di inserire le indicazioni proposte dai cittadini partecipanti nelle scelte pianificatorie e di trasformazione del territorio.

Ecco l’evento di avvio del 22 gennaio alle ore 16.30 con “Il GRAB e l’area di via di San Gregorio”.
Agenda: Presentazione del GRAB area di San Gregorio
Angela Verdi – Progettista GRAB per Roma Servizi Mobilità
Tavola Rotonda. Modera: Alberto Fiorillo – Ideatore GRAB e Pres. Velolove
Alessandra Romani  –  Parco Archeologico Colosseo
Stefano Brinchi  – Presidente. e AD Roma Servizi Mobilità
Davide Paterna  – Architetto GRAB

A seguire due ore dedicate alle domande dal territorio. Si può seguire la diretta facebook sulla pagina del GRAB oppure nel caso si voglia partecipare attivamente ci si può collegare al link della piattaforma ZOOM che invieremo entro il giorno prima.  Per sapere di più e partecipare vai al sito https://velolove.it/wordpress/

Gli altri incontri, sempre alle 16.30,  sono programmati per:
Appia Antica – 29 gennaio
Villa Gordiani e l’area del Parco Lineare – 5 febbraio
L’area di Guido Reni – 12 febbraio
L’area del Parco dell’Aniene – 19 febbraio

Per saperne di più sul GRAB scarica qui la presentazione di Sebastiano Venneri, Legambiente.