Si torna a viaggiare sul Trenino Verde della Sardegna

Si torna a viaggiare sul Trenino Verde della Sardegna

1024 768 Agnese Amato

Dal 1 luglio 2020 riaperti i treni turistici sulle cinque linee del Trenino Verde della Sardegna. Nonostante le difficoltà di questo periodo – la chiusura delle linee ferroviarie turistiche per circa 4 mesi nel lockdown per il Covid-19, i severi limiti al numero di passeggeri ammessi a bordo nel rispetto delle prescrizioni sanitarie – la Regione Sardegna ed ARST hanno riaperto ai turisti e viaggiatori il famoso trenino verde. Un segnale concreto alimentare la fiducia, garantire la continuità dell’esercizio ferroviario turistico,  in prospettiva futura di slancio per il turismo verso le aree interne, per contribuire ad ampliare – anche in una stagione che si preannuncia difficile per il turismo in Sardegna – l’offerta di servizi turistici e continuare a proporre una Sardegna la cui bellezza non si limita al mare, ma si spinge verso i territori ricchi di tesori ambientali e culturali. Si tratta di cinque linee di incomparabile bellezza, che attraversano paesaggi, beni storici, borghi, cultura e prodotti locali, da visitare con il viaggio lento sul trenino verde.

Come indicato nel calendario ufficiale e nel sito www.treninoverde.com, si svolgeranno regolarmente, pur in una fase di avvio della promozione del servizio, i viaggi sulla tratta Tempio-Palau, Arbatax-Gairo, Mandas-Seui, Bosa-Tinnura, Bosa-Nigolosu Express e Mandas-Laconi.

Per informazioni, biglietti e per gli indirizzi dei Trenino Verde Point consultare il sito www.treninoverde.com.